PALLA, STORIA DI UN CANE SALVATO DALLA CATTIVERIA UMANA

PALLA, STORIA DI UN CANE SALVATO DALLA CATTIVERIA UMANA

Quando credi di aver visto tutto, scopri che alla cattiveria umana non c’è davvero mai fine. È quanto pensi quando scopri la storia di Palla, entrata a far parte della schiera di ‘rottami’ (così li chiamano loro) della Clinica Veterinaria Duemari di Oristano: animali vittime di abusi, di sofferenze e maltrattamenti, di cui loro si prendono egregiamente cura in modo professionale e soprattutto umano.

Palla è stata salvata da alcuni volontari e portata in clinica, al collo un laccio di nylon che l’ha quasi decapitata e che forse indossava fin da quando era cucciola. Questo ha impedito al sangue di defluire correttamente, portando la testa a gonfiarsi a dismisura.

La povera creatura vagava per le campagne ed è stata notata solo perché cercava di alimentarsi rubando il mangime delle galline.

Purtroppo, viste le sue condizioni, è persino impossibile stabilire di che razza sia.

Ora è in ottime mani, le sue condizioni stanno progressivamente migliorando e, non appena si sarà stabilizzata, sarà possibile effettuare degli accertamenti più approfonditi per capire l’entità del danno.

Eccola, appena arrivata in clinica, estremamente affamata!