Prete prende a calci un cane randagio avvicinatosi all’altare in Perù

Condividi

ANIMALI

Prete prende a calci un cane randagio avvicinatosi all’altare in Perù

Francesca Capozzi

Pubblicato il 15 Agosto 2022

Durante la messa un cane randagio è entrato in chiesa, avvicinandosi all’altare. Il prete lo respinge prendendolo a calci. La bruttissima vicenda, filmata da una fedele, è stata postata sui social, provocando l’indignazione degli utenti. Nonostante alcuni blocchi per contenuto violento, il video è diventato virale

cane Perù

@lilly411/TikTok

È entrato in una chiesa in Perù durante la messa e si è incamminato tra i fedeli intenti a pregare e ascoltare l’omelia. Una volta avvicinatosi all’altare un povero cane randagio è stato allontanato nel peggiore dei modi, colpito da un forte calcio sferrato proprio dal prete, infastidito dalla sua presenza.

L’orribile gesto, avvenuto nella casa di Dio da parte di un rappresentante di Dio, non è passato inosservato ed è stato ripreso da una ragazza, Lii Yescu, che ha postato la scena su TikTok. Il contenuto è stato però bloccato poiché non conforme agli standard della piattaforma cinese.

Nonostante ciò il filmato è rimasto online abbastanza a lungo da rimbalzare su tantissimi altri siti ed essere visto e commentato da un numero esorbitante di utenti, sconvolti per il comportamento ingiustificabile del religioso.

Cura de ……

Posted by Pilar Apaolaza Bazan on Thursday, August 4, 2022

Proprio la Chiesa che dovrebbe insegnare l’amore e il rispetto per il prossimo e per qualunque essere del Creato è protagonista di questo episodio di maltrattamento a danno degli animali.

A nulla sono servite le parole del prete che, rendendosi forse conto dell’accaduto, ha provato a giustificare la sua posizione asserendo che “come ha detto Gesù, la mia casa è una casa di preghiera e non un recinto”. Ma se la preghiera porta a questo..

Come moltissimi hanno voluto ricordare a quest’uomo, Gesù non avrebbe fatto del male a nessun altro essere della Terra. Il suo comportamento è semplicemente vergognoso e deplorevole.

Fortunatamente ci sono tantissimi altri preti che, al contrario di quest’uomo, professano la fede con amore, accogliendo nella casa di Dio uomini e animali randagi, aiutando questi ultimi a trovare una famiglia.

Fonte: Noticias cusco/Facebook – lilly411/TikTok

Fonte: Qui