Monaco buddista dedica la sua vita a salvare migliaia di cani randagi

Al mondo ci sono tantissimi cani randagi che hanno bisogno solamente di un po’ di gentilezza umana. Ma mentre ci sono persone che passano oltre e non prendono per nulla in considerazione questi cani, per fortuna ce ne sono anche altre che dedicano la loro vita ad aiutarli.

Proprio come questo monaco buddista. La sua fede lo ha condotto a salvare migliaia di cani randagi dalle strade della Cina.

Zhi Xiang è un monaco di 51 anni che ha dedicato il suo tempo e le sue risorse ad aiutare i cani randagi. Lo fa dal 1994. In questi anni, ha salvato la cifra incredibile di 8.000 cani.

Ha affermato di essere guidato dalla sua fede nell’aiutare animali indifesi: “Devo salvarli perché se non lo faccio sicuramente moriranno,” ha detto Zhi ad AFP.

Zhi salva animali dalla strada e dà loro un posto dove stare, che sia nel suo monastero o nel rifugio di Shanghai che gestisce. Ha salvato anche gatti, ma la maggior parte degli animali da lui salvati sono cani.

Secondo AFP, occuparsi di questi cani gli costa circa 2 milioni di dollari all’anno. La sua missione è sostenuta dai suoi genitori, dai suoi compagni monaci e da altri donatori.

La Cina ha da tempo il problema del grande numero di cani e gatti randagi. Si stima che siano circa 50 milioni gli animali senza casa di tutto il paese.

Zhi ha affermato che una grande parte del problema è l’irresponsabilità delle persone che hanno animali domestici e che molto spesso non li castrano né sterilizzano.

“Gli animali randagi non sono causati né dalle persone a cui non piacciono gli animali, né dal governo, ma dai cosiddetti amanti dei cani,” ha detto Zhi ad AFP. “Se adottano un cane senza sterilizzarlo, senza avere in mente il giusto concetto dell’occuparsi degli animali, è normale che lo adottino e poi lo abbandonino quando non hanno più voglia di crescerlo. Ed è questo a causare nascite senza controllo.”

Ma nonostante la popolazione di randagi rimanga un grande problema, Zhi sta facendo la sua parte nell’aiutare a ridurre il numero di randagi facendoli adottare all’estero.

Ha detto che spesso gli mancano i cani quando vengono adottati oltreoceano, ma spera che un giorno riuscirà a rivederli.

“Credo che siano molto felici perciò so che ne vale la pena,” ha detto Zhi dopo aver accompagnato un cane diretto oltreoceano, a Seattle, all’aeroporto. “Ma è ovvio che mi manchino.”

“Il mio sogno è un giorno, quando avrò del tempo libero, andare all’estero a fargli visita e fare una foto ricordo con ogni cane che ho salvato,” ha detto. “Così quando sarò vecchio e non riuscirò più a camminare avrò quelle foto da riguardare.”

Grazie a Zhi che fa così tanto per aiutare questi cani randagi! Il mondo ha bisogno di più persone così.

Condividete questa bellissima storia per far conoscere la fantastica missione di questo monaco.

Ora potete seguirci su Instagram, per tante foto, video e contenuti in più!

Fonte: Qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: