Olio di cocco, elisir di salute e benessere: proprietà, usi e benefici

 di Maura Pistello

Se stai cercando un prodotto versatile e naturale da tenere sempre a disposizione, allora l’olio di cocco è quello che fa per te! E’ ricco di sostanze antiossidanti che rallentano l’invecchiamento e sembra offrire ottimi risultati per contrastare le dermatiti, l’herpes, la rosacea e l’acne.

E’, in generale, molto usato e apprezzato per i suoi benefici nutrienti e protettivi: oltre ad essere un ingrediente sempre più diffuso in cucina – soprattutto nella preparazione di ricette dal sapore speziato ed esotico -, l’olio di cocco è diventato il prodotto must have da tenere in bagno, proprio per le sue innumerevole proprietà emollienti e idratanti.


Sommario

Valori nutrizionali dell’olio di cocco

L’olio di cocco apporta 892 calorie ogni 100 grammi di prodotto, un apporto calorico non indifferente che lo rende, infatti, poco adatto a chi sta seguendo una dieta ipocalorica, ma anche a chi intende mantenere il proprio peso.

Ogni 100 grammi di olio di cocco trovi 0,03 g di acqua, 99,06 g di lipidi, 87,2 g di acidi grassi saturi, 6,3 g di grassi monoinsaturi, 1.7 g di acidi grassi polinsaturi.

Inoltre l’olio di cocco contiene:

  • Zinco 0.02 mg
  • Ferro 0.05 mg
  • Calcio 1 mg
  • Vitamina K 0.06 mg
  • Vitamina E 0.11 mg

Fonte: USDA – Servizio di ricerca agricola del Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti

Proprietà e benefici dell’olio di cocco

L’olio di cocco, Cocos nucifera è il suo nome scientifico,  è estratto dalla polpa della noce di cocco, viene prodotto nelle Filippine, in Indonesia e in India.
Ricco di acido laurico e acidi grassi essenziali, l’olio di cocco è, tra gli oli vegetali, quello con la minor quantità di acidi grassi insaturi.

Gli acidi grassi dell’olio di cocco sono composti da:

  • Acido laurico: è un grasso saturo che aumenta il livello di colesterolo nel sangue. Anche se sembrerebbe stimolare la produzione di HDL a discapito del colesterolo “cattivo” LDL
  • Acido caprico: potente antimicotico
  • Acido caprilico:  antifungino usato anche per curare la candida.

Se le sue proprietà e i suoi benefici in campo cosmetico sono confermati e decantati da anni, sul suo uso in cucina e i benefici per la salute, invece, ci sono ancora molti dubbi.

L’olio di cocco per uso alimentare: fa male alla salute?

La comunità scientifica è tuttora divisa circa i benefici in campo alimentare di questo grasso; per molti anni, infatti, l’olio di cocco è stato considerato nocivo per il corpo umano a causa della grande quantità di grassi saturi che contiene.
Studi scientifici effettuati nell’ultimo decennio hanno cercato di dimostrare che i grassi saturi a catena corta dell’olio di cocco sono unici e apportano tantissimi benefici, a differenza degli acidi grassi a catena lunga come quelli animali. Alcuni ricercatori pensano che i benefici dell’olio di cocco, come la presenza dell’acido laurico, possano compensare i rischi tangibili per la salute.
L’anno scorso, l’American Heart Association aveva già lanciato l’allarme analizzando le gravi conseguenze di questo olio sull’apparato circolatorio di persone che usano quotidianamente questo alimento.  “L’’olio di cocco aumenta il colesterolo LDL e non si conoscono effetti positivi scientificamente dimostrati, ne sconsigliamo l’uso”: questa è stata la conclusione della lunga analisi su questo alimento svolta dall’istituto americano.
Risultati confermati anche dall’ Harvard Th Chan School of Public Health che definisce senza mezzi termini l’olio di cocco “veleno puro”, dello stesso avviso anche la British Nutrition Foundation che ribadisce con forza la mancanza di prove scientifiche circa i benefici di questo olio.

Preferire l’olio extravergine d’oliva in cucina

Alla luce di questo dibattito, la composizione dell’olio di cocco e la sua alta concentrazione di grassi saturi non lo rendono adatto ad un’alimentazione salutare.
E’ sicuramente preferibile scegliere e usare quotidianamente l’olio extravergine d’oliva e, solo sporadicamente, usare una ridotta quantità di olio di cocco. Sembra, infatti, che un uso sporadico non possa creare problemi alla salute, a patto che non ci siano patologie cardiocircolatorie, colesterolo o trigliceridi alti: in quel caso è bene restare fedeli all’olio extravergine d’oliva, l’unico condimento che apporta solo benefici all’organismo.

Olio di cocco in cucina

Nonostante il suo uso sia principalmente cosmetico, l’olio di cocco è molto usato per cucinare: la sua composizione organolettica, infatti, resta invariata anche ad alte temperature e bruciando non produce sostanze nocive, come capita con altri oli.

Nonostante questa caratteristica, l’olio di cocco viene spesso usato per ricette crude, la caratteristica di solidificare a basse temperature lo rendono ottimo, ad esempio, come sostituto del burro, in quelle ricette dove la consistenza “burrosa” è necessaria. Come abbiamo già ampiamente spiegato, però, l’olio di cocco non è consigliato all’interno di uno stile di vita sano, il consiglio è limitare l’uso a quello esclusivamente cosmetico.


Olio di Cocco Deodorato
Ricco di vitamina C, E, K, di alcune vitamine del gruppo B e di acido laurico
Voto medio su 99 recensioni: Da non perdere
€ 5,82

Come scegliere l’olio di cocco di qualità

In commercio trovi tantissimi tipi di questo olio, ma non si tratta sempre di prodotti di qualità. Controlla sempre gli ingredienti e scegli quello:

  • spremuto a freddo.
  • privo di profumazioni sintetiche e additivi.

Per essere sicura di acquistare un prodotto buono e che risponda a queste caratteristiche, ti consigliamo di acquistare un olio di cocco per uso alimentare – anche se pensi di usarlo solo nella tua skin care – certificato biologico, meglio se in una confezione in barattolo di vetro o plastica. Questo è un elemento molto importante da considerare durante il tuo acquisto. L’olio di cocco, infatti, è sensibile al variare delle temperature e solidifica a temperature medie: il suo punto di solidificazione si attesta intorno ai 15 C° e, quando li raggiunge, si trasforma in un burro molto denso. Se acquisti una confezione poco pratica, come un tubetto o una boccetta di vetro, durante i mesi più freddi dovrai passarla sotto l’acqua calda per facilitare lo scioglimento.

Usi e benefici dell’olio di cocco per la tua bellezza

Se, come abbiamo visto, l’uso dell’olio di cocco in cucina non sembra essere una valida scelta da fare quotidianamente, non possiamo dire lo stesso per il suo uso in campo cosmetico.

Vediamo nel dettaglio come puoi usare l’olio di cocco:

1 – Crema per le mani

L’olio di cocco è idratante e nutriente ed è il rimedio ideale per le mani secche e screpolate. È molto ricco di vitamina E .

Come usarlo: Per prenderti cura delle tue mani, applica qualche goccia di olio di cocco e massaggialo delicatamente, noterai che le tue mani diventeranno più morbide e profondamente idratate in pochi giorni.

2 – Struccante per il viso

L’olio di cocco è uno struccante eccellente: proprio per la sua consistenza grassa, è in grado di sciogliere il trucco anche waterproof e lasciare allo stesso tempo la pelle morbida e detersa.

Come usarlo: Scalda tra le mani una noce di olio di cocco e massaggiala per qualche minuto sul viso e occhi, insistendo sulle ciglia per rimuovere il mascara. Rimuovi il trucco sciolto e i residui di olio di cocco con un panno in microfibra o con dei dischetti di cotone. Risciacqua con acqua tiepida e, se serve, con un detergente delicato per eliminare gli ultimi residui di trucco.

3 – Crema anti-smagliature

Le smagliature sono problemi molto comuni, soprattutto dopo una dieta dimagrante in cui si sono persi molti chili. L’olio di cocco, grazie al suo potere elasticizzante, è ottimo per attenuarle.

Come usarlo: Prova ad applicare l’olio di cocco una volta al giorno in zone con smagliature e poi massaggia per farlo penetrare nella pelle. Proprio grazie alle sue caratteristiche emollienti ed elasticizzanti l’olio di cocco ha un’azione anche preventiva sulla comparsa degli inestetismi: ti consigliamo quindi di agire preventivamente, soprattutto se hai in programma di perdere molti chili.

4 – Crema post rasatura

L’olio di cocco è una crema post rasatura naturale, molto economica e sicuramente di maggiore qualità rispetto a molto presenti sul mercato, che contengono tante sostanze chimiche.

Come usarlo: Metti alcune gocce di olio sulle gambe o sotto le ascelle dopo la rasatura. Le zone appena rasate diventeranno subito morbide grazie a questo olio lenitivo e nutriente.

5 – Trattamento per i capelli secchi

Questo olio nutre i capelli e dona nuova vita ai capelli fragili, secchi e danneggiati, ristrutturandoli in profondità. E’ ottimo da usare quando i capelli sono stressati dal sole, vento e salsedine.

Come usarlo: Il modo perfetto per usare l’olio di cocco sui capelli è quello di applicarlo come impacco notturno da risciacquare la mattina. Ti consigliamo di applicare il prodotto solo sulle lunghezze dei capelli ed evitare la radice. Se hai i capelli lunghi, fai una treccia e proteggi il cuscino con un asciugamano. Al risveglio, risciacqua con cura i capelli e procedi con il lavaggio e con l’asciugatura. Le lunghezze saranno morbide e ristrutturate! Provare per credere.

6 – Crema da notte

Se hai terminato la tua abituale crema da viso, ma hai l’olio di cocco in casa, puoi utilizzarlo come crema da notte. L’olio di cocco è magico, ammorbidisce, idrata e nutre la pelle.

Come usarlo: Puoi mettere qualche goccia di olio di cocco sul viso la sera prima di andare a dormire. Al risveglio, la tua pelle sarà morbida, idratata e molto luminosa. Fai attenzione a non esagerare con la quantità, perché, come ti abbiamo spiegato, l’olio di cocco è molto grasso, bastano veramente poche gocce per sfruttare a pieno il potere idratante e antiossidante di questo olio.

7 – Crema corpo

In estate, con le temperature più calde, mettere la crema dopo la doccia non è sempre molto piacevole, soprattutto se hai i minuti contati e devi subito vestirti. L’olio di cocco viene in tuo soccorso, perché può trasformarsi in un’ottima crema per il corpo.

Come usarlo: Subito dopo la doccia, quando la pelle ancora non è completamente asciutta, spalma qualche goccia di questo olio su tutto il corpo. All’inizio avrai la sensazione di avere la pelle apparentemente unta, ma il risultato nel tempo sarà veramente soddisfacente: una pelle morbida e idratata. Se soffri di desquamazione e secchezza eccessiva, questo è il rimedio che fa per te!

8 – Sbiancante per i denti

Un po’ di olio di cocco unito al bicarbonato di sodio può trasformarsi in uno sbiancante naturale ed economico.

Come usarlo: Crea una pastella di olio e bicarbonato di sodio e usala per lavare i denti. Se vuoi ottenere anche un effetto rinfrescante, aggiungi qualche goccia di olio essenziale alla menta.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo

Sei stai cercando un prodotto versatile e naturale da tenere sempre a disposizione tra i tuoi prodotti preferiti per la skin care, allora l’olio di cocco è quello che fa per te! E’ ricco di sostanze antiossidanti che rallentano l‘invecchiamento e sembra offrire ottimi risultati per contrastare le dermatiti, l’herpes, la rosacea e l‘acne. E’, in generale, molto usato e apprezzato per i suoi benefici nutrienti e protettivi: oltre ad essere un ingrediente sempre più diffuso in cucina – soprattutto nella preparazione di ricette dal sapore speziato ed esotico -, l’olio di cocco è diventato il prodotto must have da tenere in bagno, proprio per le sue innumerevole proprietà emollienti e idratanti. Melarossa.it #dietamelarossa
Olio di Cocco Deodorato
Ricco di vitamina C, E, K, di alcune vitamine del gruppo B e di acido laurico
Voto medio su 99 recensioni: Da non perdere
€ 5,82

Fonte: https://www.melarossa.it/bellezza/olio-di-cocco/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: